Crea sito

Viadotto Montoro: si punta alla parziale riapertura tra 45 giorni

Dall’8 giugno chiusa ai mezzi pesanti la provinciale per Montoro

Guardea Lattanzi sindaco
Il Presidente della Provincia di Terni, Giampiero Lattanzi

Dall’8 giugno, è vietato il transito ai mezzi pesanti sulla SP 28 Nera Montoro per Montoro. Il provvedimento riguarda i veicoli con massa superiore a 3,5 tonnellate, esclusi quelli autorizzati che sono i residenti, gli autobus di linea, i mezzi di soccorso e pubblico servizio, quelli adibiti a carico e scarico merci, quelli delle imprese che stanno eseguendo lavori e quelli inclusi nelle eventuali deroghe emesse dall’amministrazione provinciale, il cui presidente, Giampiero Lattanzi, ha firmato l’ordinanza relativa al provvedimento.

Altre ordinanze verranno emesse nelle prossime ore da prefettura di Terni e Anas. “Vanno nella giusta direzione per affrontare al meglio il problema dell’aumento del traffico dopo la chiusura del viadotto Montoro”, dice il presidente Lattanzi, reduce dalla video call in cui si è affrontata la questione della regolamentazione del traffico commerciale e civile lungo la viabilità locale in consguenza della chiusura del viadotto di Mpntoro del RFaccordo Terni-Orte.

All’incontro hanno partecipato il responsabile della segreteria tecnica del ministero delle infrastrutture e trasporti, Mauro Antonelli, il prefetto di Terni, Emilio Dario Sensi, l’amministratore delegato di Anas, Massimo Simonini, insieme ad altri massimi vertici della società, l’assessore regionale alle infrastrutture e trasporti, Enrico Melasecche, il presidente Lattanzi e il sindaco di Narni, Francesco De Rebotti.

“Le ordinanze – informa Lattanzi – confermeranno l’impostazione già emersa e suggerita dal sottoscritto insieme ai tecnici dell’ente, già dalle prime ore dopo l’insorgere del problema e dureranno il tempo necessario ai lavori di messa in sicurezza del viadotto. A tale proposito – informa sempre il presidente – Anas ha reso noto che l’intervento verrà risolto in massimo 45 giorni, per poter poi riaprire il viadotto alla circolazione veicolare almeno in una carreggiata”.

Il presidente Lattanzi ha ribadito ad Anas la richiesta di collaborare per la gestione di questo periodo in cui sulle strade provinciali si riverserà un volume di automezzi straordinario rispetto al normale “in una situazione – ha spiegato – che per le nostre possibilità e forze diventa difficile da poter gestire”.

Sempre in questo senso il presidente ha avanzato ulteriore richiesta di intervento celere su due ponti: quello sulla 3 Ter e quello sulla SP 8. “Il considerevole aumento del traffico giornaliero – ha sottolineato – richiede un rafforzamento e un adeguamento di quelle strutture per garantire il massimo della sicurezza per chi viaggia”.