San Valentino: week end con processione e celebrazioni liturgiche

Entrano nel vivo, questo fine settimana a Terni, le celebrazioni liturgiche in onore di san Valentino, vescovo e martire, patrono di Terni e dell’amore e copatrono della Diocesi Terni-Narni-Amelia.
« Quest’anno abbiamo voluto mettere al centro della riflessione dell’attenzione della comunità i giovani “sospesi tra passato e futuro”, che oggi vivono una condizione di estrema precarietà.- ha detto il vescovo di Terni, Giuseppe Piemontese – I giovani ai quali san Valentino ha dedicato molto delle sue attenzioni e che, per questo, è conosciuto e invocato come protettore dei fidanzati e dell’amore a cui guardano uomini e donne, specie i giovani, da ogni parte del mondo quale testimone e custode dell’amore verso Dio e dell’amore vicendevole, che fiorisce e cresce tra fidanzati, nella famiglia e nelle relazioni che sostengono l’impegno umano e civile».
Le celebrazioni cominceranno sabato 9 febbraio alle ore 20.30 con la fiaccolata-pellegrinaggio dei giovani dei gruppi parrocchiali della diocesi, insieme ai rappresentanti dei movimenti e associazioni giovanili e all’intera comunità diocesana, per accompagnare il trasferimento dell’urna del Santo Patrono dalla basilica di San Valentino in Cattedrale. La processione partirà dal sagrato della basilica di San Valentino e proseguirà lungo via papa Zaccaria, via San Valentino, via Menotti Serrati, via Turati, corso del Popolo, via dell’Annunziata, via del Vescovado, piazza Duomo. In cattedrale la conclusione della processione con la breve preghiera del vescovo padre Giuseppe Piemontese..

Domenica 10 febbraio alle ore 9.30 in Cattedrale a Terni sarà solennemente celebrata la memoria di San Valentino, nel pontificale presieduto dal vescovo Giuseppe Piemontese con i sacerdoti, i diaconi, le associazioni, i movimenti ecclesiali, alla presenza dei rappresentanti delle massime Istituzioni civili cittadine e regionali, autorità militari.
Il solenne pontificale sarà preceduto dall’accoglienza da parte del vescovo del corteo delleIstituzioni e i sindaci dei Comuni della Diocesi, con i rispettivi gonfaloni, che partirà da palazzo Spada alle 9.15.
Durante il pontificale si svolgeranno due segni particolari: i rappresentanti delle parrocchie di Terni offriranno un cero al Santo Patrono e il sindaco Leonardo Latini accenderà la lampada votiva e pronunzierà l’atto di affidamento della città al Santo Patrono.
Terminato il pontificale, alle ore 10.45 la cerimonia proseguirà con la processione per accompagnare, nella preghiera, l’urna di San Valentino per le vie della città verso la basilica seguendo il percorso:  piazza Duomo, via Aminale, corso del Popolo, piazza Ridolfi, piazza Europa, via Garibaldi, rotonda Filipponi, via Piave, rotonda M.L.King, strada delle Grazie, via fratelli Cervi, via G.M. Serrati, via San Valentino, via papa Zaccaria, basilica di San Valentino. Sul sagrato della chiesa ci sarà la benedizione conclusiva del Vescovo.
Per favorire la partecipazione al solenne pontificale, in cattedrale e alla successiva processione, dalle ore 9.30 alle ore 12 di domenica 11 febbraio non sono celebrate le messe nelle chiese della città di Terni.