Parco dei Sibillini: un festival per promuovere il turismo “responsabile”

sibillini

Il Festival si chiama IT.A.Cà , Si occupa di turismo responsabile e innovazione turistica in ottica di sostenibilità ed accessibilità ed annovera tra gli enti patrocinanti il Parco Nazionale dei Monti Sibillini per cono in programma alcune iniziative anche nelle zone di sua competenza. Il tena scelto per l’edizione 2021 del festival è il “diritto di respirare”, e prevede una serie di incontri in presenza, ma con posti limitati, tra Ussita, Fiastra ed Arquata.

“Una iniziativa importante ed utile” sottolinea il presidente dell’ente parco Andrea Spaterna, “perché pone al centro degli incontri la questione di come implementare lo sviluppo del territorio in una logica rispettosa dell’ambiente. Il diritto di respirare alberga nei luoghi del Parco, per sua stessa natura, perché le foreste sono serbatoio di energie rigeneranti. Non a caso, tra gli argomenti che animeranno i vari dibattiti vi saranno anche quelli che ci vedranno direttamente coinvolti, come “La gestione forestale in Appennino” e “Turismo, bisogno di respirare e aree protette”. Non a caso il Parco dei Sibillini ha avviato l’individuazione di percorsi di immersione forestale, i cosiddetti bagni di foresta, che rappresentano una nuova frontiera nella fruizione del territorio, in un’ottica di benessere accessibile a tutti.

Proprio di questo si parlerà venerdì a Fiastra, nella suggestiva area dei ruderi del castello Magalotti, con inizio alle ore 15.30. Oltre al presidente del Parco, interverranno Paolo Zavarella, Medico chirurgo e Presidente dell’Associazione Italiana di Medicina Forestale e Carlo Alberto Graziani, Presidente del Gruppo di San Rossore.

Per informazioni e prenotazioni (obbligatorie): 0737 52185 – [email protected] Il programma completo del festival è disponibile a questo link: https://www.facebook.com/108976764093242/posts/316934466630803/?d=n