Crea sito

Flaminia Terni-Spoleto: primo passo per la riqualificazione

Undici interventi previsti per un valore di 14,3 milioni

flaminia

Sulla Flaminia l’Anas avvia una serie di interventi per l’ammodernamento e la riqualificazione della principale via di collegamento tra Terni e Spoleto. Si tratta di lavori per un valore complessivo di 14 milioni e 300mila euro. “Dopo vent’anni in cui si è parlato della necessità di riqualificare la Strada statale 3 Flaminia, tra Spoleto e Terni, oggi finalmente possiamo dire che si inizierà concretamente a mettere mano ad una serie di interventi che sicuramente miglioreranno quel tratto di strada”, commentano la presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, e l’assessore regionale alla viabilità Enrico Melasecche, intervenuti alla cerimonia di sottoscrizione degli atti di consegna da parte dei responsabili della Struttura Territoriale Anas Umbria e dal progettista incaricato “COOProgetti”, a Palazzo Donini, sede della giunta regionale.

La progettazione riguarderà, in particolare, 11 interventi finalizzati a risolvere le principali criticità dovute alla conformazione del tracciato, innalzando gli standard di sicurezza, migliorando il comfort di guida e la fluidità della circolazione. Una volta ultimata la progettazione sarà avviato l’iter di approvazione del progetto e, a seguire, la procedura di appalto per l’affidamento dei lavori. Gli interventi sono già inseriti in un piano aggiuntivo in corso di definizione per il finanziamento.

Si tratta di un primo, essenziale passo. “E’ un segnale molto positivo – hanno sottolineato Tesei e Melasecche –  anche perché alla progettazione farà seguito l’esecuzione dei lavori e dunque non ci sarà più il rischio che i progetti rimangano irrealizzati e dunque possiamo con realismo affermare che nel giro di pochissimo tempo, il collegamento stradale tra Terni e Spoleto, attraverso la Flaminia, sarà notevolmente migliorato attraverso una serie di interventi significativi e non invasivi per il contesto ambientale dove verranno realizzati”. 

Tra gli interventi previsti la realizzazione di una rotatoria in corrispondenza dell’incrocio per Spoleto e Monteluco, e la realizzazione di corsi per veicoli lenti in alcuni tratti di salita, ampliamento del raggio di alcune curve mediante l’abbattimento della parete rocciosa.