Crea sito

Festival del Turismo sostenibile nelle Terre Arnolfe: sì, si può fare

Parla di risultato più che positivo l’organizzazione dell’edizione “zero” del Festival del Turismo Sostenibile (FITS) che si è svolta nelle Terre Arnolfe e che ha avuto Montecastrilli come capofila di un’area che comprendeva anche San Gemini, Acquasparta e Avigliano Umbro. Il festival, che propone un progetto di valorizzazione delle produzioni agroalimentari locali, finanziato dal PSR Umbria 2014-2017, ha avuto nello scorso fine settimana un finale di grande successo, come tutta la manifestazione.

“Il territorio delle Terre Arnolfe – sottolineano gli organizzatori – risulta essere un’area di elevato pregio, rappresentativa del contesto nazionale dei cosiddetti “territori minori” ancora poco conosciuti ed esplorati ma ricco e unico, dal punto di vista geologico, naturalistico, paesaggistico, produttivo, storico, culturale, delle tradizioni, del folclore, artigianato locale, dell’arte del cibo, e della cucina.

Con gli slogan “Conosci e Condividi Montecastrilli e le Terre Arnolfe”  e “Sapori, Saperi, Sensazioni e Sviluppo Locale “  l’Edizione Zero del FITS  2019, ha voluto  essere un momento di concretizzazione di un sinergia operativa per la valorizzazione del territorio a tutto campo dei Comuni Arnolfiani proponendosi alla attenzione,  per la fruizione di  tutti i soggetti interessati, ad un turismo esperienziale  basato sullo spirito innato della  accoglienza, innovativo e intrigante e di raro livello identitario.

E’ stato implementato un programma e contenitore a carattere olistico, ricchissimo di eventi, che possono interessare: prodotti tipici, ospitalità, cibo, cucina ed alimentazione, cultura, tradizioni, territorio, paesaggio, natura ed ambiente, bellezza, laboratori ed intelligenze delle mani, conferenze, workshop, seminari ed innovazione, promozione ed esposizione, trekking, biking.

I quattro sindaci, le giunte comunali, le Associazioni AMAR-Associazione Mondiale di Amicizia delle Aree Rurali, Agricollina e Biosphera congiuntamente al foltissimo partenariato locale, sono in grado di tirare una prima valutazione che dalle presenze e tipo di partecipazione ne fa derivare un giudizio positivo e molto promettente per il futuro. Per dare i coerenti sbocchi futuri che dovrebbero portare alla realizzazione annuale di FITS le 4 comunità locali si sono date appuntamento sabato scorso alla biblioteca comunale di Montecastrilli per un workshop degli amministratori locali dal quale sono scaturiti elementi guida per dare continuità alla esperienza della Edizione Zero di FITS.

Al workshop condotto da Adriano Ciani Segretario Generale di AMAR hanno partecipato il presidente della Provincia di Terni Giampiero Lattanzi, il presidente del GAL Ternano e di Coldiretti Umbria Albano Agabiti, Benedetta Baiocco, vice sindaco ed assessore alla cultura ed affari sociali del Comune di Montecastrilli, Benvenuto Romano, vice sindaco e assessore al bilancio e lavori pubblici del Comune di Acquasparta. Daniele Gentili, assessore al bilancio, lavori pubblici, sport e tempo libero del Comune di Avigliano, Guido Morichetti, assessore alla cultura, turismo e sport del Comune di Acquasparta, Roberto Pacifici, vice sindaco ed assessore all’urbanistica, edilizia, sociale, commercio ed artigianato del Comune di Avigliano Umbro, Claudia Sensini, assessore al turismo ed ambiente del Comune di Montecastrilli. Le conclusioni sono state affidate a Luciano Clementella, sindaco di San Gemini, Luciano Conti sindaco di Avigliano Umbro, Giovanni Montani sindaco di Acquasparta, Fabio Angelucci, sindaco di Montecastrilli, presidente di Agricollina e di AMAR e Stefania Quaglia vice presidente della associazione Biosphera.

L’evento si è concluso con la sottoscrizione da parte dei 4 sindaci delle Terre Arnolfe del rappresentante di Agricollina, AMAR e Biosphera con la sottoscrizione di una lettera di intenti che ha sancito la volontà di continuare l’esperienza con la redazione della Carta del Turismo Sostenibile delle Terre Arnolfe e della proposta del programma della 1^ Edizione 2020 di FITS. Si è prevista la nomina di un gruppo di studio che dovrà concludere i lavori sui due documenti entro il 15 marzo 2020.