E dopo Ferragosto ecco Ferentillo con le “Rocche raccontano

Dal 16 al 25 agosto, un viaggio di tremila anni. Cinquecento costumanti. 26^ edizione

Dal 16 al 25 agosto torna a Ferentillo quella che è considerata la rievocazione storica più grande della Valnerina, una tra le trenta Rievocazioni Storiche iscritte nel Registro delle manifestazioni Storiche dell’Umbria e, infine, una “Tra le migliori Notti Bianche d’Italia”. E’ “Le Rocche Raccontano.. il Viaggio nei Secoli” giunta alla ventiseiesima edizione.

Per 10 giorni Ferentillo si trasformerà in un set cinematografico, con scenografie particolarissime in ogni angolo del paese e con quasi cinquecento “costumanti” sparsi ovunque, intenti a rievocare i fasti storici dell’antico Ducato di Ferentillo.

Tante le novità. I 14 Quadri Viventi, già completamente rinnovati lo scorso anno, vedranno l’introduzione di nuove figure storiche rievocate grazie all’aiuto di veri attori provenienti dalla scuola “Beautiful Act – Officina dello Spettacolo di Barbara Cinaglia” . La registrazione della voce narrante sarà anche quest’anno – accade dal 1992 – a cura di Davide Capone, figlio di quel Claudio Capone che è la voce di Superquark).

I visitatori parteciperanno ad un vero e proprio viaggio nel tempo, guidato dalla Voce narrante, un viaggio che si snoderà per gli oltre tremila anni di storia ferentillese, rappresentata in 14 “Quadri Viventi”. Un viaggio attraverso i secoli che avrà inizio dall’antica civiltà umbro-sabina dei Naharki per giungere fino alla Grande Guerra del 1915/18, passando per la fondazione longobarda ed eremitica dell’Abbazia di San Pietro in Valle, Papa Bonifacio VIII e gli eretici Catari di Ferento, il monachesimo femminile, il tesoro nascosto dei Templari, la nascita dello Status Ferentilli, la Santa Inquisizione e il rogo della strega, il brigantaggio della Valnerina, il miracolo della peste di San Sebastiano, le campagne napoleoniche e il passaggio di Giuseppe Garibaldi, le grandi fiere del 1800, la festa della trebbiatura fino all’inaugurazione della Tramvia Terni-Ferentillo del 1909.

Per tutti 10 i giorni, le due rocche di Precetto e Matterella, che da secoli sovrastano Ferentillo e sorvegliano l’ingresso della Valnerina, faranno da sfondo anche ad una serie di eventi infrasettimananli che completeranno così il ricco programma della manifestazione.

La serata più attesa, soprattutto dai giovani, è senza dubbio la “Notte Bianca tra le Rocche”, giunta alla settima edizione, che si terrà sabato 17 agosto, conosciutissima in tutta l’Umbria e da sempre in crescita di presenze per la sua capacità di divertire e attrarre il grande pubblico. Tutto il paese si riempirà di gruppi musicali, artisti di strada, punti ristoro con prodotti tipici locali, Street Food Trucker, Birra Artigianale, bancarelle di artigianato e Area Baby con Mega spazio Gonfiabili per i bambini. Nelle principali piazze e vie (Largo Furio Miselli, Piazza G.Garibaldi, Via della Vittoria e Via Emilia) si alterneranno concerti di ogni genere, dal Rock’n Roll anni 50, il Reaggae, il Jazz, lo Swing, il Latino-Americano e la Musica Italiana d’Autore fino al Karaoke e ai migliori Dj della notte. Special Guest per il concerto nella piazza principale il gruppo “Nice Boys – Guns’n Roses Tribute Band” che farà risuonare il Rock di Axl Rose e Slash in tutte le vie di Ferentillo.

Per tutta la durata della manifestazione sarà inoltre aperta la Taverna delle Rocche, dove si potranno degustare i migliori prodotti tipici della Valnerina come il tartufo, la pasta fatta a mano, l’olio EVO, l’agrumato alla Melangola, la birra artigianale, il vino della Valnerina e, come già fatto dallo scorso anno, anche delle ricette gustosissime grazie alla collaborazione con i migliori ristoratori locali.

Quest’anno sarà super anche l’apertura della manifestazione, il 16 agosto, con la rappresentazione del Musical “Le Rocche Horror Musical”, che porterà il grande teatro in piazza per inaugurare questa meravigliosa festa che da sempre è nel cuore di tutti i ferentillesi.

Nei restanti giorni concerti di musica classica con l’Hermans Festival e la l Omaggio a Fabrizio de André della Banda “Furio Miselli”, conferenze sugli Eremi della Valnerina (verrà presentato il progetto “La ricostruzione del silenzio” con i suoi cinque video sugli eremi dellaValnerina), Rosso Melangola e la presentazione della piantagione delle Melangole, Fuochi e Tamburi in Piazzetta e lo spettacolo “Moon – Laika e la Luna” con Stefano de Majo, visite guidate ai tesori ferentillesi, presentazioni di libri e la Mostra Fotografica “Ferentillo in Bianco e Nero”. Non ultima la beneficenza che da sempre contaddistingue questo evento con la cena in favore dell’Aucc – Onlus Terni che da molti anni conclude l’agosto ferentillese.

Una manifestazione che raccoglie centinaia di volontari provenienti non solo da Ferentillo ma anche e soprattutto dai paesi e dalle città vicine come Terni, Spoleto, Scheggino, Arrone, Montefranco, Piediluco e Polino.

L’organizzazione è della Pro Loco di Ferentillo con il patrocinio del Comune di Ferentillo, Regione Umbria, Provincia di Terni, Gal Ternano e Unione Nazionale Pro Loco d’Italia “Unpli”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.