Crea sito

Dosi di vaccino somministrate: solo la Lombardia fa peggio dell’Umbria

vaccinazioni prenotazione

147.188 dosi di vaccino somministrate in Umbria secondo il report del Ministero della Salute delle 15 e 58 del 7 aprile, il che fa dell’Umbria la penultima regione italiana nel calcolo percentuale delle dosi usate di quelle consegnate. L’Umbria registra, infatti, il 72,1 per cento e precede solo la Lombardia che è al 72% tondo tondo.

Secondo il consigliere regionale del M5S, Thomas De Luca sarebbe dovuto anche ad intoppi burocratici: “Per la Regione Umbria le persone con disabilità e i loro famigliari sono invisibili Per queste persone prenotare il vaccino nella nostra regione è diventato impossibile. Mentre nel Lazio è iniziata la vaccinazione delle persone nate nel 1955, in Umbria gli Over 70 devono ancora aspettare per prenotarsi e assistiamo ogni giorno a difficoltà tecniche e burocratiche che colpiscono chi appartiene alle categorie vulnerabili”, afferma De Luca. “Lo evidenziano diverse associazioni impegnate per la tutela delle persone con disabilità e dei loro famigliari. Due terzi dei disabili umbri non risultano più tali. A quale lista ha attinto la Regione?”.

Per parte sua, comunque, la Regione ha fatto sapere che “Nella giornata di apertura delle prenotazioni per i caregiver e i familiari conviventi dei soggetti estremamente vulnerabili in Umbria si sono prenotati mediante portale e in farmacia più di 12 mila persone, di cui 5 mila caregiver o conviventi e 7 mila soggetti estremamente vulnerabili. Durante la giornata si sono verificati alcuni malfunzionamenti della piattaforma di prenotazione che sono stati risolti e già nella tarda serata è ripresa la prenotazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.