Cianetti, una grande carriera iniziata con un ceffone

Cianetti
Tullio Cianetti

Ma come! Lui Tullio Cianetti di Assisi, lui che fu in prima fila alla marcia su Roma. Lui centurione della milizia, capo dei sindacati fascisti in Umbria,  e numero uno del fascismo ternano doveva farsi da parte e lasciare il posto ad Elia Rossi Passavanti? No, Tullio Cianetti, non era minimamente disposto.  E glielo disse in faccia, al conte, quello che pensava di lui: che era un raccomandato,…

Leggi tutto

Precedente Ponte Sanguinario: a Otricoli o a Spoleto? Successivo Ferentillo, il rispetto per la "Republica"