Crea sito

Assalto ai carabinieri a Magliano Sabina e a Orvieto

magliano

Assalto ai Carabinieri, presi a schioppettate a Magliano Sabina e ad Orvieto.

Era il 17 maggio 1921. Nel pomeriggio, a pochi chilometri dalla Città del duomo, un autocarro a bordo del quale viaggiavano una ventina di carabinieri fu bersaglio di numerosi colpi di fucile che provenivano da un boschetto vicino alla strada. I militari stavano rientrando in caserma dopo un sopralluogo compiuto a Pontesole, una località vicina ad Orvieto. Lì s’era verificato alcuni giorni prima un oscuro episodio che s’era concluso con l’uccisione di un agente investigativo, Enrico Ceccanelli. La reazione dei carabinieri fu immediata. Scesero dall’automezzo ingaggiando una vera e propria battaglia che si concluse con l’arresto di alcuni degli aggressori uno dei quali era stato leggermente ferito.

Più pesante il bilancio dell’agguato di Magliano Sabina, verificatosi verso le dieci di sera di quello stesso giorno. Il fatto accadde a sei chilometri da Magliano (allora provincia di Perugia). Nel buio della notte furono sparati vari colpi di fucile contro i carabinieri che erano su un camion. Uno dei militari fu ucciso, altri cinque feriti. I carabinieri risposero al fuoco, ma gli aggressori riuscirono a dileguarsi.

®Riproduzione riservata

Nella foto: Copertina della Domenica del Corriere (part.)