Crea sito

Appello da Piediluco: “Non si può chiudere l’unico sportello bancario”

Uno degli sportelli bancari che la Cassa di Risparmio di Orvieto ha destinato alla chiusura è quello di Piediluco. L’unico sportello esistente nella frazione ternana.  “Una scelta penalizzanrte per i cittadini, le attività commerciali anche limitrofe” si legge in una lettera che gli abitanti di Piediluco, su iniziativa del sindacato pensionati della Cgil, hanno sottoscritto ed inoltrato al sindaco di Terni, al Presidente della Provincia, al Presidente della Regione ai direttori degli istituti di crediuto umbri.

Chiedono che ci si attivi presso la Cassa di Risparmio orvietana “al fine di verificare se sono in atto trattative per un’eventuale cessione della filiale di Piediluco ad altra banca, ed in caso affermativo se l’istituto subentrante sia disponibile a mantenere attivo lo sportello di Piediluco”. Se così non fosse “chiediamo che siano intrapresi eventuali colloqui con altri istituti presenti in città al fine di verificare la loro disponibilità ad aprire anche a Piediluco”.

Non è che i sottoscrittori della lettera non comprendano le esigenze di razionalizzazione delle risorse, però non comprendono quanto possa essere vantaggioso lasciare senza uno sportello bancario “un territorio dalla forte connotazione turistica, su cui gli enti locali e soprattutto la Regione dell’Umbria, stanno puntando con investimenti e progetti”. Tenendo contemporaneamente conto che si va a privare un intero territorio , dove tra ì’altra opera la Federazione Italiana Canottaggio, di servizi essenziali. “L’agenzia bancaria di Piediluco – si ricorda nella lettera-. sin dalla sua apertura ha rappresentato un presidio territoriale considerevole, offrendo servizi di primaria importanza per cittadini e turisti, come lo sportello bancomat. La chiusura va quindi scongiurata anche per non impoverire ulteriormente la comunità, già oggetto di consistenti riduzioni dei servizi come quello operato da Poste Italiane che ha unilateralmente deciso di ridurre l’apertura dell’ufficio postale di Piediluco a due giorni alla settimana”.