Crea sito

A Marmore rassegna del teatro dialettale, perché “ridere è una cosa seria”

Le foto sono stratte dalla pagina Fb della Pro Loco Marmore

“Ridere è una cosa seria!”: lo sostengono con determinazione alla Pro Loco di Marmore. Ed in tutta coerenza organizzano, ormai da sette anni, una rassegna nazionale di teatro dialettale. Nel 2019 si comincerà il 1. di agosto e si andrà avanti fino al 10. Una serie di rappresentazioni che sarà per molti versi il meglio del meglio, considerando che sono 38 le compagnie di teatro dialettale che, da tutta Italia, hanno chiesto di partecipare alla rassegna. Tra queste la Pro Loco è stata costretta a scegliere, compito certo arduo.
“Il teatro dà emozioni che la televisione non può dare, a Marmore lo abbiamo creato –afferma a nome della Pro Loco la sua presidente, Manola Conti – Gli spazi teatrali si stanno riducendo per motivi vari? Nostro compito è ritagliarci uno spazio maggiore anche per il fatto che noi produciamo cultura. Non soltanto due orette di svago, ma sì, cultura; perché quando uno prende in mano un copione sta lavorando su un’opera e non sta lavorando sul niente. La cultura ha bisogno del teatro e viceversa”.
Il loro spazio teatrale è quello del Belvedere superiore della Cascata delle Marmore, Parco Campacci – Sentiero 5, dove avrannno luogo tutte le rappresentazioni della rassegna, in un connubio tra natura, arte e allegria, in una location che non è solo una cornice scenografica, ma è una vera e propria miniera di bellezza e magia. Il sentiero 5 si sviluppa sul ciglio della rupe di Marmore con andamento pianeggiante per circa un chilometro, offrendo panorami mozzafiato; si presenta come un monumentale parco di archeologia industriale a cielo aperto che riunisce sei grandi manufatti provenienti dalle centrali idroelettriche di Galleto e Narni: turbine delle tipologie Kaplan e Francis, e distributori di flusso per turbine.Non a caso la rassegna si chiama “Archeologia industriale e vernacolo: il teatro delle nostre tradizioni“
“Si, proprio alla Cascata delle Marmore! – dicono alla Pro Loco – Una valorizzazione in chiave culturale e turistica per l’appeal della location, che mette insieme storia, arte, cultura, natura, divertimento. E quest’anno la Cascata sarà presentata come qualcosa di unico al mondo in cui il valore storico si sposa con quello naturalistico. Cosa c’è di meglio che dedicare i pomeriggi e le serate alla scoperta delle nostre radici, alla natura, alla storia, alla cultura, alle tradizioni e poi, alla sera e con il fresco, fare due sane risate assistendo a commedie divertenti presentate nei vari dialetti italiani?”.
Proprio perché per la Pro Loco Marmore “ridere è una cosa seria e il teatro non è solo palcoscenico”.
L’iniziativa è patrocinata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero per i beni e le attività culturali, Regione Umbria, Provincia Terni, Comune Terni, Camera di Commercio Terni, UNPLI, UILT, Confcommercio Terni, Confartigianato Terni, CNA Umbria.

Questo il programma completo. Gli spettacoli avranno inizio sempre alle ore 21.

1 agosto Ditegli sempre di sì, Compagnia Il teatraccio Dlf
2 agosto I miracoli di don Pierino . Compagnia Arca
3 agosto Porno subito, Compagnia i Gabbiani
4 agosto Da Giovedì a Giovedi, compagnia Il Focolare di Loreto
5 agosto Prima io Compagnia delle Vigne
6 agosto Il settimo si riposò Compagnia il nostro teatro
7 agosto Tre preti per una besciamella Compagnia dei teatranti
8 agosto Eh ‘na volta, Compagnia degli svitati
9 agosto Lo scacco del barbiere Compagnia Parla Come Magni
10 agosto Il malato immaginario, Compagnia D’Ercole