Fatti e fattacci accaduti in Umbria nel mese di ottobre

Cacciatore morso da una vipera

San Gemini, 2 ottobre 1929 – Paolo De Angelis, cacciatore di San Gemini, è stato morso da una vipera mentre raccoglieva un uccello abbattuto e caduto in  mezzo i rovi. Il cacciatore è stato portato in gravi condizioni all’ospedale di Terni

Contadino ucciso da una mucca

S.Andrea delle Fratte, 4 ottobre 1929– Un contadino, Andrea Vagnini, è stato colpito con una cornata da una mucca a Sant’Andrea delle Fratte, vicino Perugia. La mucca infuriata ha poi continuato a incornarlo mente era a terra, uccidendolo.

Medaglie al valore a sei soldati umbri

ottobreFronte di guerra, 6 ottobre 1916 – Sei soldati umbri furono ricompensati con la medaglia d’argento al valor militare per la campagna di guerra 1915-1916. Questi i loro nomi: Giovanni Espa, di Terni, sottotenente di fanteria; Capati Umberto, di Alviano, soldato di fateria; Gigliarelli Ugo, Perugia, capitano aiutante di campo di Brigata; Lanzi Alessandro di Norcia, aspirante ufficiale di complemento di fanteria; Marianeschi Pasquale di San Venanzo, sergente di fanteria; Pagliocchini Crisippo di Bevagna, sottotenente di complemento dei Bersaglieri.

Terni, il podestà Amati si dimette

Terni, 16 ottobre 1929-Al Comune di Terni arriva il commissario prefettizio, dopo le dimissioni del podestà, avvocato Amati. Il commissario è il vice-prefetto Arcangelo Cirmeni. L’ex podestà Amati conserva comunque la carica di segretario della federazione fascista di Terni.

Tentato ricatto alla società Terni: due arresti

Milano, 24 ottobre 1906- Arrestati due avvocati milanesi che avevano tentato di ricattare la società delle acciaierie di Terni, minacciando l’avvio di una campagna ribassista in Borsa (Leggi⇒)

Precedente 24 ottobre 1953: l'accordo sui tremila licenziati dalla "Terni" Successivo Il governo compra corazze negli Usa: tutta Terni si mobilita

Lascia un commento

*